Baldur’s Gate III annunciato da Larian

Dopo quasi vent’anni dall’ultimo capitolo e dopo numerosi rumor, sempre smentiti, sull’esistenza di un possibile terzo atto della saga, Baldur’s Gate III è finalmente realtà ed è stato annunciato proprio oggi da parte di Larian Studios, studio belga responsabile per giochi come Divine Divinity e i due Divinity: Original Sin, durante la conferenza di presentazione di Google Stadia, con cui il colosso dell’informatica conta di fare il suo ingresso nella scena dei videogiochi. Baldur’s Gate III sarà infatti giocabile su PC (sono già comparse le pagine su Steam e GOG) e anche con lo streaming offerto da Stadia.

La serie, nata nel 1998 grazie agli sforzi di BioWare e riproposta recentemente con alcune Enhanced Edition di Beamdog, passa dunque nelle mani di Larian, che ha dimostrato di essere in grado di creare gdr epici e ricchi di contenuti con i suoi ultimi lavori. Finora si sa poco di ciò che ci aspetterà in Baldur’s Gate III, ma apparentemente il gioco sarà ambientato ancora una volta nella città di Baldur’s Gate (e probabilmente anche nella vicina regione della Costa della Spada) e la nuova avventura avrà luogo circa un secolo dopo gli eventi visti nei primi due capitoli. Appare quindi probabile che il nuovo gioco di ruolo sia del tutto slegato dalla storia dei predecessori.

 

Nel teaser d’annuncio qua sopra potete anche vedere quella che pare essere la minaccia principale che bisognerà fermare in BG3, con gli Illithid (o mind flayer, se preferite) che sembrano essersi spostati dal Sottosuolo per lanciare l’assalto al mondo della superficie. Oltre a ciò, non è ancora stato confermato se i combattimenti saranno a turni come nei Divinity: Original Sin o in tempo reale con pausa come nei precedenti Baldur’s Gate, mentre pare che ci sarà un qualche tipo di multiplayer, con cui Larian ha già avuto modo di sperimentare nei suoi ultimi lavori.

Da grande fan della saga, e in particolare dello splendido BG2, sono curioso di vedere cosa farà la software house belga, per quanto avrei preferito che scegliessero un nome diverso per questo nuovo progetto, visto che la saga di Baldur’s Gate ha già avuto la sua degna conclusione… ma capisco le logiche commerciali dietro alla scelta di conservare un titolo che ancora oggi evoca tanti bei ricordi per tutti i fan.

Non ci sono molti team in grado si sobbarcarsi un’eredità tanto pesante, ma Larian è uno di questi. L’unico consiglio che mi sento di dargli è di prendere nota dal sistema di loot dei predecessori e di abbandonare il loot casuale che – purtroppo – ha sempre fatto parte delle loro opere. Per il resto, ci risentiremo sicuramente nel corso delle prossime settimane quando emergeranno maggiori dettagli su questo atteso gioco di ruolo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...